Nocciole dei Nebrodi

N. prodotto: Nocciole dei Nebrodi Sgusciate

Scorte disponibili

da 15,00
Prezzo comprensivo di IVA, più spedizione
Peso della spedizione: 1.000 g


La produzione delle Nocciole dei Nebrodi risale intorno alla fine dell’Ottocento: in seguito alla crisi della gelsicoltura al posto di queste piante vennero piantati i noccioli (principalmente dei cultivar curcia, carrello, ghirara e minnulare), alberi con grandi capacità di adattamento – a patto che il terreno non sia troppo umido – caratterizzati da una grande produttività. Inoltre grazie alle loro radici fitte i noccioli si rivelarono molto utili per prevenire l’erosione del suolo.

In dialetto siciliano  chiamate “nucidde”, sono una varietà di nocciole che viene coltivata su un’area che si estende per circa 12 mila ettari, terreni che rientrano all’interno del Parco dei Nebrodi, la più grande area naturale protetta della Sicilia, in particolare nei comuni di Tortorici, Ucra, Castell’Umberto, Longi, Galati Mamertino, San Salvatore di Fitalia e Sinagra.

Si tratta di nocciole dalla caratteristica forma tonda particolarmente apprezzate per la loro consistenza ma anche per il loro aroma e il profumo intenso. La raccolta avviene a partire dalla fine del mese di agosto, quando le nocciole giungono a piena maturazione staccandosi dalla pianta, e viene ancora effettuata a mano. Una volta raccolti i frutti vengono messi all’interno di sacche e trasportati in appositi magazzini.

Tostata, in granella, in crema, con il guscio o senza. Comunque la si gusti, la nocciola tonda dei Nebrodi è da sempre una delizia per il palato. Particolarmente apprezzata per l’inconfondibile aroma, il sapore delicato e l’intenso retrogusto, a questa varietà di nocciola tutta siciliana, a ragione, è stata di recente riconosciuto un particolare occhio di riguardo nel panorama gastronomico italiano, in attesa del definitivo marchio DOP come prodotto di origine protetta.
 

Cerca anche queste categorie: Dolci e delizie, Prodotti