Provola stagionata Floresta

N. prodotto: Provola stagionata Floresta

Scorte disponibili

da 11,50
Prezzo comprensivo di IVA, più spedizione


La Provola dei Nebrodi è un formaggio tipico siciliano, realizzato tradizionalmente.

Rientra nell’elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali (PAT) stilato dal Ministero delle politiche agricole e forestali (Mipaaf).   

E’  prodotto con latte vaccino crudo  e caglio d’agnello o di capretto a pasta filata caratterizzato da un aroma marcato, fortemente correlato all’alimentazione della mucca, prevalentemente, di essenze foraggere spontanee e dagli usi   costanti dei processi tradizionali di caseificazione tramandati dai vecchi produttori che hanno generato nel tempo anche due specificità uniche: la Provola dei Nebrodi con limone verde e la Provola dei Nebrodi sfoglia

La provola ha la classica forma del caciocavallo, crosta liscia e lucida di colore giallo dorato tendente all’ambrato. La pasta bianca dal colorito paglierino è di consistenza morbida e compatta. Il sapore varia dal dolce lievemente acidulo al piccante in base al grado di stagionatura.

Si produce coagulando il latte con il caglio. La cagliata successivamente viene filata gettandovi sopra acqua calda. Prima della filatura la pasta è manipolata a lungo con una tecnica simile a quella usata dai panettieri per impastare il pane. Grazie a questa lunga manipolazione il formaggio durante il consumo tende a sfogliarsi in bocca.  La salatura avviene in salamoia satura. Richiede una stagionatura di almeno dieci giorni e fino a un mese per il fresco, tre o quattro mesi per il semistagionato, oltre per lo stagionato.

La produzione della provola dei Nebrodi nacque originariamente nella zona di Floresta per poi diffondersi in tutto il territorio dei Monti Nebrodi in provincia di Messina. La zona in cui viene realizzata include, secondo il  recente disciplinare di produzione, i comuni di Alcara Li Fusi, Basicò, Capizzi, Capri Leone, Caronia, Castel di Lucio. Castell'Umberto, Cesarò, Ficarra, Floresta, Frazzanò, Galati Mamertino, Gioiosa Marea, Librizzi, Longi, Malvagna, Mirto, Mistretta, Moio Alcantara, Montalbano Elicona, Montagnareale, Motta d’Affermo, Naso, Patti, Pettineo, Piraino ,Raccuia, Reitano, Roccella Valdemone, San Fratello, San Piero Patti, San Teodoro, Sant’Angelo di Brolo, Santa Domenica Vittoria, Santo Stefano di Camastra, Sinagra, Tortorici, Tripi, Tusa, Ucria.

La Provola dei Nebrodi con decreto dell’Assessorato dell’Agricoltura e delle Foreste del 28 dicembre 1998, pubblicato sulla G.U.R.S. n. 6 del 6 febbraio 1999 ha ottenuto il riconoscimento, nell’ambito dei prodotti a base di latte,  come prodotto storico fabbricato tradizionalmente.

Nel mese di luglio 2019 il Consorzio di Tutela della Provola dei Nebrodi ha ottenuto il  prestigioso riconoscimento della Denominazione di Origine Protetta (DOP). A garantire la qualità, la conformità e la tracciabilità del prodotto è stata istituita una struttura di controllo che iscrive allevatori, caseificatori, stagionatori e confezionatori in particolari elenchi dove si denunciano  anche i quantitativi prodotti.

Questa eccellenza agroalimentare siciliana entra a far parte del Registro Ig. Food dell’Unione Europea con provvedimento di iscrizione della DOP pubblicato sulla G.U.U.E. L. 309 del 23.09.2020.

Viene proposta confezionata sottovuoto nella versione. Sfoglia - Stagionata Floresta e DOP.

Cerca anche queste categorie: Prodotti, Formaggi