Prodotti

Numero risultati per pagina
Ordina per
31 - 52 di 52 risultati
N. prodotto: Prosciutto Crudo il Siciliano senza osso
da 135,00 *
Peso della spedizione: 7 kg

Scorte disponibili

N. prodotto: ProvolaSfoglia
da 8,50 *

Scorte disponibili

N. prodotto: Ricotta al Forno
da 7,50 *

Scorte disponibili

10,00 *
Peso della spedizione: 600 g

Scorte disponibili

N. prodotto: Salame Suino Nero dei Nebrodi Cularino
da 16,50 *

Scorte disponibili

N. prodotto: Salame Suino Nero dei Nebrodi Sottocularino
da 11,00 *

Scorte disponibili

N. prodotto: Salame Nostrano
16,80 *
Peso della spedizione: 1 kg
N. prodotto: Salame Sant'Angelo IGP CularinoC
da 14,50 *

Scorte disponibili

9,80 *
Peso della spedizione: 500 g

Scorte disponibili

N. prodotto: Salame Siciliano
15,00 / kg *
Peso della spedizione: 1.000 g

Scorte disponibili

N. prodotto: Salametto dei Nebrodi
15,00 / kg *
Peso della spedizione: 1.000 g

Scorte disponibili

N. prodotto: Salsiccia al Pistacchio di Suino nero dei Nebrodi

La presenza in Sicilia del suino nero, rustico quasi selvatico,  da sempre ha trovato pascolo e vita in mezzo ai boschi.

Questo tipo di allevamento tradizionale, con la sua connotazione di primitività, lo troviamo per tutto il Medio Evo e, tranne qualche interruzione durante la dominazione araba per i noti motivi religiosi, è arrivato fino all’epoca attuale con presenze sparse in tutta la Sicilia e specialmente sui monti Nebrodi e sulle Madonie. 

Sui territori montani dei Nebrodi, delle Madonie e dei Monti Peloritani si sono mantenute le tradizionali forme di allevamento  con largo impiego del pascolo allo stato brado e semi brado non disgiunto dalla somministrazione di scarti e sottoprodotti delle produzioni agricole.

In questi allevamenti si trovano esclusivamente animali della razza autoctona Suino Nero Siciliano, nota anche come Suino dei Nebrodi o Suino delle Madonie.

Si tratta di animali molto rustici, capaci di crescere in zone molto povere, di riprodursi naturalmente nei boschi più fitti ed impervi, di sopravvivere e resistere alle malattie in condizioni molto difficili.

La libertà di movimento e l’alimentazione naturale dei suini consente di ricavare una carne  prelibata di altissima qualità che esprime un intenso aroma ed un’ inestimabile genuinità.

Dalla  lavorazione di queste carni vengono ottenuti i salumi di Suino Nero dei Nebrodi.

 

 

 

28,00 / kg *

Scorte disponibili

N. prodotto: Salsiccia di Suino Nero dei Nebrodi
26,00 / kg *
Peso della spedizione: 1.000 g

Scorte disponibili

N. prodotto: Tris Salumi S. Angelo

Il Tris di Salumi S. Angelo - CONFEZIONE REGALO .  è composto da tre pezzi: il prestigioso Salame S. Angelo IGP;, il pregiato Salame di Suino Nero dei Nebrodi ed il  rinomato Salame Nostrano.

35,00 *
Peso della spedizione: 1,5 kg

Scorte disponibili

N. prodotto: Ricotta salata
da 8,50 *

Scorte disponibili

N. prodotto: Provola DOP
da 12,50 *

Scorte disponibili

N. prodotto: Provola stagionata Floresta
da 10,50 *

Scorte disponibili

N. prodotto: Pignolata messinese

La pignolata messinese è un dolce eccezionale. Chiamata anche pignolata glassata, è una ricetta tipica del Carnevale, che si trova nelle pasticcerie in tutti i periodi dell’anno.

La pignolata è inclusa nella lista siciliana dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani (P.A.T) del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (Mipaaf) con la denominazione di pignolata di Messina. Tuttavia il dolce è molto popolare in tutta la Sicilia orientale e ve ne sono molte varianti come quella ragusana.

Si chiama Pignolata perchè si presenta proprio come un mucchietto di pigne di varie dimensioni ricoperte da una glassa bianca al limone e da una glassa scura solitamente al cioccolato. L’odore di cedro o di bergamotto e cioccolato vanigliato vi trasportano in un altro mondo ricco di felicità.

La pignolata glassata trae origine dalla pignolata al miele, nella quale un mucchietto di “pigne” fritte venivano ricoperte da miele. Successivamente una nobile famiglia ordinò un dolce che fosse meno povero e più barocco e così venne fuori la pignolata che oggi tutti noi conosciamo con quella dolcissima copertura aromatizzata.

16,00 *
Peso della spedizione: 0,6 kg
N. prodotto: Nocciole dei Nebrodi

La produzione delle Nocciole dei Nebrodi risale intorno alla fine dell’Ottocento: in seguito alla crisi della gelsicoltura al posto di queste piante vennero piantati i noccioli (principalmente dei cultivar curcia, carrello, ghirara e minnulare), alberi con grandi capacità di adattamento – a patto che il terreno non sia troppo umido – caratterizzati da una grande produttività. Inoltre grazie alle loro radici fitte i noccioli si rivelarono molto utili per prevenire l’erosione del suolo.

In dialetto siciliano  chiamate “nucidde”, sono una varietà di nocciole che viene coltivata su un’area che si estende per circa 12 mila ettari, terreni che rientrano all’interno del Parco dei Nebrodi, la più grande area naturale protetta della Sicilia, in particolare nei comuni di Tortorici, Ucra, Castell’Umberto, Longi, Galati Mamertino, San Salvatore di Fitalia e Sinagra.

Si tratta di nocciole dalla caratteristica forma tonda particolarmente apprezzate per la loro consistenza ma anche per il loro aroma e il profumo intenso. La raccolta avviene a partire dalla fine del mese di agosto, quando le nocciole giungono a piena maturazione staccandosi dalla pianta, e viene ancora effettuata a mano. Una volta raccolti i frutti vengono messi all’interno di sacche e trasportati in appositi magazzini.

Tostata, in granella, in crema, con il guscio o senza. Comunque la si gusti, la nocciola tonda dei Nebrodi è da sempre una delizia per il palato. Particolarmente apprezzata per l’inconfondibile aroma, il sapore delicato e l’intenso retrogusto, a questa varietà di nocciola tutta siciliana, a ragione, è stata di recente riconosciuto un particolare occhio di riguardo nel panorama gastronomico italiano, in attesa del definitivo marchio DOP come prodotto di origine protetta.

6,50 *
Peso della spedizione: 1 kg

Scorte disponibili

N. prodotto: Nocciole dei Nebrodi in guscio

La produzione delle Nocciole dei Nebrodi risale intorno alla fine dell’Ottocento: in seguito alla crisi della gelsicoltura al posto di queste piante vennero piantati i noccioli (principalmente dei cultivar curcia, carrello, ghirara e minnulare), alberi con grandi capacità di adattamento – a patto che il terreno non sia troppo umido – caratterizzati da una grande produttività. Inoltre grazie alle loro radici fitte i noccioli si rivelarono molto utili per prevenire l’erosione del suolo.

In dialetto siciliano  chiamate “nucidde”, sono una varietà di nocciole che viene coltivata su un’area che si estende per circa 12 mila ettari, terreni che rientrano all’interno del Parco dei Nebrodi, la più grande area naturale protetta della Sicilia, in particolare nei comuni di Tortorici, Ucra, Castell’Umberto, Longi, Galati Mamertino, San Salvatore di Fitalia e Sinagra.

Si tratta di nocciole dalla caratteristica forma tonda particolarmente apprezzate per la loro consistenza ma anche per il loro aroma e il profumo intenso. La raccolta avviene a partire dalla fine del mese di agosto, quando le nocciole giungono a piena maturazione staccandosi dalla pianta, e viene ancora effettuata a mano. Una volta raccolti i frutti vengono messi all’interno di sacche e trasportati in appositi magazzini.

Tostata, in granella, in crema, con il guscio o senza. Comunque la si gusti, la nocciola tonda dei Nebrodi è da sempre una delizia per il palato. Particolarmente apprezzata per l’inconfondibile aroma, il sapore delicato e l’intenso retrogusto, a questa varietà di nocciola tutta siciliana, a ragione, è stata di recente riconosciuto un particolare occhio di riguardo nel panorama gastronomico italiano, in attesa del definitivo marchio DOP come prodotto di origine protetta.
 

da 5,50 *
Peso della spedizione: 1 kg

Scorte disponibili

N. prodotto: Salame San Costantino
18,50 *
Peso della spedizione: 1.000 kg
N. prodotto: Pancetta di Suino Nero dei Nebrodi
da 13,00 *

Scorte disponibili

* Prezzi comprensivi di IVA più spedizione
31 - 52 di 52 risultati