20 - 20 di 20 risultati

Prosciutto crudo il Siciliano g.c. con l'osso

N. prodotto: Prosciutto crudo il Siciliano g.c. con l'osso

Scorte disponibili

da 138,00
Prezzo comprensivo di IVA, più spedizione

Il prosciutto crudo ”Il Sciliano” si ottiene dalla coscia del maiale, che è la parte più pregiata dell’intero suino. Su di questa vengono effettuati vari passaggi, che poi porteranno al prodotto finale.  Il metodo di produzione, differisce da zona a zona, tuttavia le fasi principali sono simili.

Il punto di partenza è la scelta della materia prima, che deve essere di ottima qualità. Per realizzare il Prosciutto “Il Siciliano” si selezionano, infatti, maiali con determinate caratteristiche, sia in termini di età e peso, provenienti dalla razza Suino nazionale (Large White – Landrace – Duroc – Petrain). Dopo la macellazione inizia la fase di lavorazione vera e propria. La coscia di maiale viene fatta raffreddare per un minimo di 24 ore intorno a una temperatura di 2°C. In questo modo si agevola la rifilatura, che consiste nel tagliare il prosciutto, eliminando la parte di grasso e la cotenna che ricopre la parte superiore della coscia, dandogli la classica forma arrotondata.

Dopodiché si passa alla fase della salatura. Il prosciutto viene cosparso di sale marino e una volta salata, la coscia viene distesa orizzontalmente per riposare a temperature basse (tra 0°C e 4°C) per circa 2 settimane. Una volta che si è conclusa la fase del riposo, la coscia si fa stagionare per almeno 12 mesi e durante questo periodo si procede con la sugnatura, che consiste nel ricoprire la carne scoperta di grasso di maiale, sale e spezie per evitare che si asciughi eccessivamente. L’ultima fase, dopo il periodo di stagionatura e prima della consumazione del prodotto, è la puntatura. S’inserisce un ago di osso di cavallo all’interno della coscia in diversi punti, poi estratto e annusato si verifica la fase ed il grado di maturazione e l’assenza di cattivi odori dovuti ad eventuali alterazioni del prodotto.

La stagionatura è una fase molto importante del ciclo di produzione del prosciutto crudo. Durante questo periodo, infatti, avvengono importanti processi biochimici ed enzimatici. Con la scissione delle catene proteiche della carne e il rilascio di specifici amminoacidi, infatti, il prodotto perde via via  le caratteristiche della carne fresca, per assumere un gusto dolce e sapido, diventando inoltre profumato, delicato e più digeribile.

Il prosciutto crudo ”Il Sciliano” viene stagionato in ambienti naturali presenti nelle valli incontaminate dei Monti Nebrodi, in provincia di Messina, e raggiunge la piena maturazione dopo una stagionatura tra i 24 e i 30 mesi. Vi sono,inoltre, altri aspetti, cui bisogna prestare attenzione,  che incidono sulla qualità del prosciutto crudo.

Un buon prodotto, infatti, è tendenzialmente dolce. Sono da preferire quindi, i prosciutti “schiacciati”, dove il sale penetra in modo più omogeneo e il sapore è più delicato. La carne deve essere di colore uniforme e brillante e deve avere qualche marezzatura di grasso al suo interno. La copertura deve essere di colore bianco, quando il grasso è giallastro significa che è ricco di acidi grassi insaturi e questo, non è un segno di qualità. Il sapore tende al rancido e la fetta tende a sfaldarsi.

Viene proposto confezionato sottovuoto con l’osso nella pezzatura da kg. 7 circa

Selezione: Prosciutto crudo il Siciliano g.c. con l'osso

N. prodotto Grammi Stato Prezzo
Prosciutto crudo il Siciliano g.c. con l'osso-0013 7 Kg. circa
138,00 € *
* Prezzi comprensivi di IVA più spedizione
Cerca questa categoria: Salumi S. Angelo
20 - 20 di 20 risultati